!!> KINDLE ➜ Le Silence de la mer ❤ Author Cyril Connelly – Bassgrotto.co.uk

Le Silence de la mer This First Bilingual Edition Of France S Most Enduring Wartime Novel Introduces Vercors S Famous Tale To A Generation Without Personal Experience Of World War II Who May Not Be Able To Read It In Its Original Language Readers Are Assisted With A Historical And Literary Introduction, Explanatory Notes, A Glossary Of French Terms And A Select Bibliography.


10 thoughts on “Le Silence de la mer

  1. says:

    Le Silence de la mer The Silence of the Sea, VercorsThe Silence of the Sea is a French novel written during the summer of 1941 and published in early 1942 by Jean Bruller under the pseudonym Vercors Published secretly in German occupied Paris, the book quickly became a symbol of mental resistance against German occupiers In the book, Vercors tells of how an old man and his niece show resistance against the German occupiers by not speaking to the officer, who is occupying their house The German officer is a former composer, dreaming of brotherhood between the French and G...


  2. says:

    Le silence de la mer 1949 , 7.7


  3. says:

    Um Cocktail Bela MonstroNo tempo da ocupa o alem , uma fam lia francesa v se coagida a hospedar um oficial nazi.Desagradados com a situa o e n o tendo como ripostar, socorrem se do sil ncio como forma de protesto Ao inv s de aderir a essa onda de agressividade muda, o oficial alem o desata num falat rio cont nuo Fala dos seus gostos, valores, educa o, paix es, cidad...


  4. says:

    .


  5. says:

    Quattro mura domestiche, un vecchio, la sua giovane nipote, un ufficiale tedesco e il silenzio Sono gli ingredienti di questo piccolo gioiello francese Siamo alla fine della Seconda Guerra Mondiale Un ufficiale tedesco occupa per alcuni mesi la casa di questo vecchio e di sua nipote E la giovane ad aprire la porta la sera in cui lui arriva e la prima reazione a questa invasione forzata il silenzio Le loro labbra si chiudono, prima per una forma di protesta, via via per abitudine, e poi perch pur volendo parlare difficile rompere un silenzio duro e immobile che dura tanto, come smantellare un muro che lentamente si sollevato I modi dell ufficiale sono da subito impeccabili, irreprensibili si mostra gentile, cordiale e quel silenzio all inizio per lui una piccola sfida, successivamente comincia a sentire fra quelle mura che qualcosa dentro di lui sta cambiando, sente il calore che scioglie il suo animo e prova delicatamente a spezzare quella coltre immobile, prima solo con le parole, poi con i gesti e infine con la musica Cerca un nuovo linguaggio con cui comunicare e il vecchio lo capisce e ne ha pena E forse inumano rifiutargli l obolo d una sola parola Mia nipote alz il volto Levava alte le sopracciglia, su degli occhi brillanti e indignati Mi sentii quasi un poco arrossire Ma le sue labbra sono di gesso, immobili, mentre quelle dell ufficiale continuano a raccontare, piccoli dettagli della sua vita prima della guerra e poi ancora i progetti per la grande Germania che fa...


  6. says:

    Un racconto breve, una elegia della resistenza che per dimensioni e qualit pu ricordare una poesia Poche pagine ambientate in uno spazio da fiaba il nord della Francia ma in un tempo daincubo l invasione della germania nazista , che ci raccontano che la resistenza al male prima di tutto una questione di spirito e non di violenza fisica.Anche e soprattutto perch l attacco pi incisivo e pericoloso delle forze del male mai cos ben incarnate nella storia dalla follia di Adolf Hitler ha in realt un volto lascivo e seducente chi si lascerebbe mai ingannare dal lupo cattivo, se non si travestisse da nonnetta Ho letto quindi con commosso rispetto di quella lotta non violenta fatta di rispetto portata avanti dalla piccola famiglia francese padre e figlia costretta ad adeguarsi ai tempi nuovi ma senza fondercisi ciononostante la figura su cui bisogna davvero riflettere quella dell ufficiale tedesco.Uomo aristocratico e colto, si illuso davvero di combattere per un mondo migliore alla testa delle orde naziste Quando i veri seguaci della svastica mostreranno il loro vero volto fatto di volont di potenza e di dominio, il soldato arriver quasi alla follia.Noi siamo fortunati, verrebbe da dire Non viviamo nei tempi in cui il delirio fascista imperversava nell Europa E invece no Perch come dice Massimo Recalcati, l antifascismo una cosa importante, ma ma ogni tipo di antifascismo comincia con una lotta all...


  7. says:

    . ..


  8. says:

    Il silenzio del mare un bellissimo racconto pubblicato in Francia clandestinamente nel 1942, in piena seconda guerra mondiale Sono cinquanta pagine di grande bellezza, in cui ci sono quattro protagonisti il narratore, la nipote, un ufficiale tedesco ospitato nella loro casa e il silenzio Il silenzio denso come la nebbia del mattino Denso e immobile opposto come unica arma nei confronti del nemico in casa, di un nemico sui generis perch non attacca, non inveisce, non violento e non uccide tutt altro, sostiene una ammirazione sconfinata per la Francia e la sua cultura, imbastendo lunghissimi monologhi in cui Francia e Germania sono paragonate, con parole struggenti, a la Bella e la Bestia, dalla cui unione nasceranno i figli pi belli che la terra abbia portato Il suo atteggiamento spiazza i protagonisti e il lettore sar vero quanto afferma o solo il subdolo inganno di un nemico astuto L arma che i padroni di casa sguainano appunto il silenzio, che come quello del mare in superficie calmo e imperturbabile, ma sotto, nelle profondit marine, le acque ribollono e i pesci combattono guerre mortali per la sopravvi...


  9. says:

    Quale EuropaBreve Intenso Folgorante.Nelle parole del giovane ufficiale tedesco vi si intuisce la luce della speranza di un Europa che potrebbe essere Forse un illusione, anche oggi Nel silenzio della nipote francese la resistenza e la caparbiet di chi vuole vedere nell altro solo un nemico e non l uomo Forse il seme dei nazionalismi che ancora scuotono il nostro vecchio continente.Un Europa che non pu nascere da un interesse economico, ma da valori che abbiamo il compito di dfendere...


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *